firenze

Un weekend a Firenze – Consigli di viaggio

Un weekend a Firenze

Firenze è una delle città più belle d’Italia e del mondo, rinomata e conosciuta da tutti anche come “La culla del Rinascimento”. Piena di arte, storia, nightlife, è sicuramente una meta che va assaporata almeno una volta nella vita. Il capoluogo toscano non è conosciuto tuttavia per la sua “economia”. Firenze infatti, insieme a Roma, Milano e Venezia, è considerata una delle città più costose della penisola, specialmente quando si parla di alloggi o cibo. La sua infinita vastità di luoghi d’arte porta in questa deliziosa città sempre più turisti italiani e stranieri, specie alcuni mesi dell’anno, a volte difficili da gestire persino per gli abitanti.

Ora, se abbiamo un weekend libero e vogliamo visitare e goderci Firenze tenendo a bada le nostre spese, possiamo farlo tranquillamente. L’importante è scegliere il modo migliore, i posti migliori e sapersi muovere bene, anche se, diciamo la verità, Firenze non è certo una metropoli, quindi da questo punto di vista non ci sono problemi!

 

Dove alloggiare

Come detto, nonostante Firenze sia una città di piccole dimensioni, è spesso piena di turisti che occupano alberghi, case e ogni tipo di alloggio. Partendo per un solo weekend, venerdì, sabato e domenica per esempio, la probabilità che sia tutto occupato cresce notevolmente. Dopo aver deciso il nostro weekend, iniziamo a prenotare minimo con una settimana o dieci giorni di anticipo il nostro alloggio. È consigliabile un B&B in centro: quelli che si trovano in una delle vie più famose di Firenze, via Cavour, offrono delle pulite e comode stanze accessibili a tutti, a prezzi medio-bassi con colazione inclusa o esclusa. In questo modo, starete in centro ma senza essere sovrastati dalla folla turistica, cosa che avviene per esempio in zona Ponte Vecchio o Santa Croce.

Se siete un gruppo di amici universitari, optate pure per gli Ostelli, che sono tutti fuori centro: ricordatevi però di prenotarli parecchio prima!

 

Dove mangiare

Sia in centro che leggermente fuori, esistono delle ottime trattorie che offrono cibi deliziosi e a prezzi ragionevoli. Potrete optare per lo street food a pranzo per esempio: in zona S.Croce ne potete trovare a bizzeffe. Firenze offre delle rosticcerie e paninerie squisite. Per chi non ha intenzione di rinunciare alla pasta o ai cibi caldi, sia nelle trattorie che nelle rosticcerie o bar vengono offerti dei piatti gustosi, con un prezzo speciale per il pranzo. Per la cena, se volete risparmiare senza rinunciare al gusto, visitate la zona di S.Frediano o S.Spirito. Troverete buonissimi locali dove gustare cibi tipici della cucina fiorentina o toscana. Volete qualcosa di chic? I ristoranti che si affacciano sul Ponte Vecchio sapranno come deliziare i vostri palati, in più la vista è davvero mozzafiato. A Firenze, però, si possono gustare ottime pizze e aperitivi o ci possiamo sbizzarrire con ristoranti di diverse nazionalità. Possiamo benissimo andare sulle terrazze di alcuni splendidi locali e goderci un ottimo drink.

 

Come muoversi

Se c’è una cosa che davvero non conviene fare, è spostarsi in macchina. In un weekend, difficilmente se ne ha bisogno. Firenze è piccola, per cui andare a piedi è la soluzione migliore. Si possono tuttavia affittare le bici, mezzo veloce e comodo o, nelle giornate di pioggia forte, gli autobus di città. Ad ogni modo, un buon ombrello e degli stivali da pioggia potrebbero risolvere il problema. E i taxi? Ci sono e funzionano ma, se il vostro obiettivo è andare al risparmio, non sono consigliabili, a meno che non si divida la spesa, ottima soluzione.

 

Cosa vedere

Malgrado le sue piccole dimensioni, in tre giorni non è possibile visitare tutta la città. Troppo piena di luoghi culturali o semplicemente piena di scorci che fanno davvero invidia!

Ora, non importa essere appassionati d’arte o meno. Per cultura o semplicemente per vederne la bellezza, ci sono luoghi che vanno visitati senza ma e senza se.

Per il mio primo weekend a Firenze, prima di viverci per dodici anni, mi ero fatta un itinerario specifico.

 

Primo giorno

Passeggiare per tutta la città senza meta. Bere e guardare le piazze più importanti come Piazza S. Maria Novella, Piazza della Signoria, Piazza Duomo, Piazza Pitti, Piazza S Spirito. Da S.Croce a S. Spirito si passa per Ponte Vecchio, quindi è perfetto.

 

Secondo giorno

Visitare la Galleria degli Uffizi e la Galleria dell’Accademia, luoghi che devono essere visti assolutamente (entrambi sono dei musei statali a pagamento). Data l’ingente quantità di persone, è assolutamente consigliabile la prenotazione, anche online. Ci sono poi i palazzi visitabili anche gratuitamente o con un piccolo contributo. Uno di questi è Palazzo Davanzati, uno dei primi esempi di palazzo rinascimentale aperto solo alcune ore al giorno.

 

Terzo giorno

Ho visitato la cupola del Duomo. Da lì, la vista di Firenze è magnifica. Per chi però non ha intenzione di farsi tante scale, più di 400, un altro luogo imprescindibile è Palazzo Pitti.

Per quanto riguarda le chiese, detto tra noi, se non volete pagare l’ingresso, andate nell’ora della messa e date un’occhiata a S. Croce, che è davvero magnifica. Salite poi a Piazzale Michelangelo e lì, se volete, stateci il più a lungo possibile per ammirare questa splendida città.

Un consiglio: da qualche tempo, come saprete, la prima domenica di ogni mese i musei statali sono gratis. Approfittatene!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *